Italian English
Venerdì, 21 Maggio 2004 21:15

I racconti degli altri...

Scritto da  vince
Vota questo articolo
(1 Vota)
Vorrei raccontarvi una serata realmente accaduta nella quale mi sono accanita sul mio schiavo provando una gioia profonda nel sottometterlo ed umiliarlo… ho appreso che, in una pausa di lavoro, il mio slave aveva fatto qualcosa che a mio giudizio meritava di essere punita… Risparmiandovi i particolari della cosa, vi posso dire che ho fatto in modo che la cena si concludesse nel più breve tempo possibile, creando un certo imbarazzo nei commensali intervenuti...
Ogni promessa è debito, si dice dalle parti mie. Avevo promesso che si sarebbe parlato degli altri e lo faccio. Avevo detto che avremmo iniziato con uno sguardo al sito della mia amica Lady Deborah e le promesse si mantengono.
“Femdom Italia” è senza dubbio un sito elegante e ben fatto , con un forum che sforna discussioni a volte persino interessanti. Detto da me che mi annoio con grande facilità vi assicuro che è un complimento…
Ma queste sono cose già risapute. Ho chiesto a Deborah un’intervista, ma con molto garbo si è schermita.
In realtà la cosa mi è un po’ spiaciuta. Sarebbe stato interessante chiederle un po’ di cose. In primis qualche informazione sulle dominatrici che circolano da quelle parti. Io ho una mia idea sulle mistress della rete: ma è un’idea personale che spesso si confonde con l’altra secondo la quale l’SM è una forma d’amore particolare. E dunque si svolge tra persone che sono legate da un sentimento forte.
E poi ho un’idea sui racconti–cronaca, quelli che al cinema si chiamerebbero docu-drama.

***

Come sapete, noi su Tribune diamo la prima pagina solo ai racconti sui quali la redazione ha emesso un giudizio di congruità rispetto al target che ci siamo prefissi. Cioè storie che possono interessare anche persone che non necessariamente hanno interessi S.M o fetish.
Che c’entra questo con Fendom Italia, mi starete chiedendo? Lo spiego subito. Da quelle parti si è aperto uno spazio di racconti riservato, (ed è quasi naturale viste le prerogative del sito) solo ai racconti scritti dalle Mistress.
Ci siamo passati. Abbiamo dato una guardatina ai racconti. Attenta, ma senza severità. Poi ci è capitato sotto gli occhi questo.

Eccovi la premessa.
Vorrei raccontarvi una serata realmente accaduta nella quale mi sono accanita sul mio schiavo provando una gioia profonda nel sottometterlo ed umiliarlo… ho appreso che, in una pausa di lavoro, il mio slave aveva fatto qualcosa che a mio giudizio meritava di essere punita… Risparmiandovi i particolari della cosa, vi posso dire che ho fatto in modo che la cena si concludesse nel più breve tempo possibile, creando un certo imbarazzo nei commensali intervenuti. Così una volta fuori dal locale ho iniziato a rimproverarlo a parole costringendolo ad abbassare lo sguardo ed a stare in silenzio. Una volta in macchina poi ho incominciato ad insultarlo e ad infierire verbalmente fino a quando non aveva gli occhi lucidi e riusciva a malapena ad ingoiare tutte quelle umiliazioni che riceveva. Ho deciso pertanto di andare a ballare perché volevo umiliare ancora di più il mio servo, magari regalandogli un bel paio di corna.

Fino a qui, già ma parrebbe abbastanza… Ma poi viene il bello.
Avreste dovuto vederlo nel locale, dove io continuavo ad infierire verbalmente davanti al guardaroba, nei pressi del bar, vicino al bagno delle signore e tenendolo a debita distanza anche mentre ballavo e facendo capire ai presenti che lui aveva combinato qualcosa di grosso. Nonostante tutto, gli uomini con cui mi sarebbe piaciuto infliggergli una dolorosa lezione, erano in compagnia e guardati a vista, per cui è sfumato il mio progetto ed ho deciso di punirlo da sola.

Punirlo attraverso gli altri uomini? Ma non basta…
Una volta a casa… inginocchiatosi davanti a me per implorare il mio perdono gli ho sferrato due calci violenti nei testicoli facendolo gemere dal dolore e costringendolo a piegarsi in due. ….Al mattino poi l’ho mandato a lavorare con un bel calcione…

***

Non so cosa dire. Ammetto che un pezzo del genere qui da noi non MAI sarebbe uscito in prima pagina. Non fosse altro che per la poca credibilità della “storia vera”.
Nei contributi forse, dove chi scrive si prende le proprie responsabilità.
Mi risultava che su “Femdom Italia” non si pubblicassero racconti. Alle luce di questo scritto mi pare che la scelta fosse quanto mai opportuna. Meglio lasciar perdere i racconti, è roba che scotta, anche se scritti da Mistress meravigliose. Ma forse è il tempo in cui si fanno largo i tepori della primavera anche dalle parti di Lady Deborah…
Scrivete pure, questa pagina è aperta ai commenti. Se lunghi li sposteremo sul Forum, lasciando solo l’indicazione.
Alla prossima, friends...
Letto 5558 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:45
Layouts
Colors