Italian English
Venerdì, 12 Novembre 2010 23:00

Passioni segrete

Scritto da
Per servirla avevo imparato a cucinare e a svolgere tutte le normali faccende di casa, e per poter stare ai suoi piedi avevo imparato anche a fare il pedicure.
Era come una droga per me, non potevo resistere neanche un giorno senza poter sentire il dolce sapore dei suoi piedi, e vivevo col solo scopo di poterla servire e adorare, desiderando null'altro che questo..
Venerdì, 23 Settembre 2005 07:35

Elena

Scritto da
Lei rise sommessamente nel vedermi così, e dopo aver contemplato per qualche istante quella prima umiliante dimostrazione del mio amore, fece scivolare il suo piede fuori dagli infradito che calzava.
-Leccalo!- disse sollevandolo verso me.
Venerdì, 16 Settembre 2005 11:04

Una sera al supermarket

Scritto da
Andavo in confusione ogni volta che mi trovavo lì con lei, e mi perdevo ad ammirarla sbirciando i suoi piedini negli zoccoli, che avrei tanto voluto accarezzare e stringere al cuore, offrendogli un pò di sollievo per la dura giornata di lavoro.
Sabato, 10 Settembre 2005 12:50

Un guasto al pc

Scritto da
Cominciai quaai a pensare che si fosse dimenticata di me, ma non rimasi molto a riflettere su questo, perchè vedere i movimenti dei suoi piedi mi impediva di ragionare... non riuscivo a pensare a nient'altro, se non alla voglia che avevo di sentire il sapore dei suoi piedi sulle mie labbra.

Visto il modo in cui li agitava, mi bastò poco per realizzare i miei desideri in maniera da salvare la faccia pur lasciando che lei ci poggiasse su i suoi piedi.

Mi spostai solo di pochi centimetri strisciando sul pavimento sotto la sua scrivania e subito sentii il dolce contatto della pelle morbida delle sue dita che per un pò continuò ad agitarsi premendo sul mio viso.
Sabato, 03 Settembre 2005 00:47

Ada

Scritto da
Quando arrivammo non ebbi la forza di voltarmi verso lei, continuai a fissare il vuoto davanti a me in attesa che lei scendesse.

-Che patetico leccapiedi sei. Non mi ringrazi neanche per quello che ho fatto stasera per te.-

Mi voltai per risponderle, ma subito mi trovai i suoi piedi sul mio viso.

-E' da quando ci siamo conosciuti che non fai altro che guardarli e desiderare di baciarli.- disse strofinandoli sul mio viso e sulla mia bocca.
Venerdì, 02 Settembre 2005 09:32

Un duro lavoro: ultimo atto!

Scritto da
Inizio a sudare e soffrire per il calpestamento, delle lacrime scendono spontaneamente dai miei occhi. Mentre Dani si sposta sul mio stomaco, l’altra ragazza mi accarezza col piede nudo le ferite prodotte dai tacchi di Dani.
- Su resisti, so che ce la puoi fare!
- Non vale, stai zitta e via il tuo piede da li!
Sabato, 27 Agosto 2005 11:33

Il negozio di scarpe

Scritto da
Chinai il viso fino a sfiorarli accarezzandoli col mio respiro, e dopo alcuni baci iniziai a leccarli scivolando sulle sue dita sottili e avvolgendole una ad una, l'adorai con passione estasiato dal suo sapore che scivolava dolcemente nella mia bocca rendendomi suo schiavo. Leccai a lungo i suoi piedi senza riuscire a fermarmi assaporandoli in ogni loro parte. Lei si mise comoda poggiando di volta in volta, un piede sul mio capo prostrato mentre io le leccavo l'altro, e di tanto in tanto si divertiva a farlo scivolare nella mia bocca. Quello strano pediluvio e i suoi bizzarri giochi durarono ore, rimasi prostrato eseguendo il suo ordine e seguendo quei suoi giochi finchè lei non si ritenne soddisfatta dei servigi della mia lingua.
Venerdì, 19 Agosto 2005 14:56

Un imbarazzante segreto

Scritto da
- Mmmm... fa un pò il solletico ma è piacevole sai?- disse rivolta a mia cugina -se continua così finisce che me lo porto a casa.- Mi fermai cercando di vedere la reazione di mia cugina nel vedermi in quel modo, ma Marta ormai era perfettamente calata nella parte e ci aveva preso gusto a farsi leccare i piedi. - Su, su cagnolino, non fermarti... lecca bene, anche tra le dita.- aggiunse aprendo le dita a ventaglio e quasi infilandomele in bocca. Per circa venti minuti continuai a leccare la pianta e poi anche tra le dita succhiandole una ad una mentre lei continuava ad incitarmi tra risatine e gemiti di piacere. Alla fine crollai esausto con la lingua dolorante e senza più saliva.
Venerdì, 05 Agosto 2005 11:17

La passione per Valentina

Scritto da
- Sei sicuro di volerlo?-
- Si.-
- Sappi che potrei farti fare cose che poi ti impediranno di tornare sui tuoi passi... sei certo di essere pronto a tutto questo?-
- Io ti amo... se questa è l'unica via, sarò felice di seguirla.-
- Bene, sai già cosa fare... fallo subito senza costringermi a ripeterlo, o altrimenti vattene e non farti più vedere.-
Domenica, 24 Luglio 2005 11:18

Un duro lavoro (ancora)

Scritto da
Osservo la bellezza del piede nudo che mi sta ora accarezzando, penso a quanto crudele possa diventare, ne ho paura. Ho paura di rappresentare per queste ragazze, per Dani, null’altro che un diversivo, un modo per far passare il tempo… ma questo è il mio destino.
Pagina 6 di 7
Layouts
Colors